TriploDecaIronman, l’Ungherese Jozsef Rokob con una media per ironman di 11 ore e 53′ 7”, vince la competizione più dura del mondo

TRIPLEDECAIRONMAN ITALY 2013
8 UOMINI HANNO BATTUTO IL RECORD
6 SONO RIUSCITI A CONCLUDERE IL DECAIRONMAN

 

Il friulano Roberto Lendaro si è ritirato per problemi il secondo giorno:

Roberto è nato a Tarcento (Ud) , classe 1960 e alle sue spalle ha un palmares invidiabile.
Al traguardo dell’Ironman nel 2007 e nel 2008, nono assoluto nell’Ultraman del Canada, sempre nel 2008 e decimo assoluto nel 2009 per il Deca Ironman World Challenge.

Si ringrazia Uff. Stampa, Elisabetta Caracciolo per averci comunicati i risultati e il comunicato stampa di fine gara.

Riferimenti di gara: Blog  Sito  Comunicato stampa: cliccare qui


Lonato (BS) – Non è più la sfida dell’impossibile, bensì è record del mondo. Quello che all’inizio
sembrava impossibile alla fine si è dimostrato possibile, e non per un solo uomo. Sono ben otto infatti, i
partecipanti al Tripledecaironman Italy 2013 che sono riusciti a concludere la loro avventura. Fra loro
c’è anche un italiano, Angelo Sorrentino, che a detta di tutti gli altri sette è stato il più coraggioso, il
più forte a livello di volontà perchè nonostante già al quarto giorno lamentasse problemi fisici
importanti non ha mai pensato di fermarsi e di mollare.
Gli otto uomini al traguardo sono Jozsef Rokob, ungherese come Ferenc Szonyi: occupano i primi due
posti di una classifica che ha tenuto conto del tempo impiegato ogni giorno per affrontare un Ironman.
Il giovane Rokob ci è riuscito in 356 ore, 33minuti e 17 secondi battendo il suo
avversario numero uno, nonchè connazionale, che aveva tenuto la testa della classifica
per i primi quindici giorni, Szonyi che ha ottenuto un complessivo di 358 ore, 35 minuti
e 58 secondi.

MMF_4854.jpg MMF_4864.jpg

Alle loro spalle il piccolo ma fortissimo svedese Greger Sundin che si è tolto la
soddisfazione di vincere anche l’ultima giornata di gara, lunedì 7 ottobre. Quarta
posizione per l’inglese Steven Harvey e quinta per il maiorchino, Josè Manuel Lopez.
Sesto l’americano Wayne Kurtz seguito dal più giovane del gruppo, Jaime Azuaje, 27
anni, alla sua prima esperienza del genere, ma capace di tenere duro grazie ad un fisico
possente ed allenato.

MMF_3731.jpg

Chiude la classifica l’italiano Angelo Sorrentino con un conteggio
globale di 500 ore, ma è lui senza ombra di dubbio il vincitore morale di questa sfida.

Angelo, 42 anni, di Carpi, ha dimostrato come la mente abbia il totale controllo del
corpo sfidando più volte la soglia del dolore e riuscendo in una impresa che nessuno
potrà mai dimenticare.

 

MMF_5413.jpg

Nel 2010 solo otto atleti avevano concluso il Double Deca in Mexico, ed alcuni sono gli
stessi di questa avventura tutta italiana. All’epoca aveva vinto Ferenc Szonyi, ma non
aveva partecipato Jozsef Rokob, 14 anni di meno rispetto a Szonyi soprannominato
“Race Machine” . A complimentarsi con i vincitori è arrivato di persona il Console
ungherese in Italia, Istvan Manno che ha anche affiancato, sabato scorso, gli atleti
nella Maratona.
Solo sei invece, dei 17 partenti, sono riusciti a chiudere il Decaironman Italy 2013,
competizione che contava 10 Ironman consecutivi, in seno al Tripledeca. I partecipanti,
piegati anche dal brutto tempo, e dal freddo, degli ultimi giorni, hanno faticato a
tenere il passo degli atleti del Triplo, e solo sei sono riusciti ad arrivare al traguardo
del 1×10 Ironman consecutivi.

Il migliore è stato Beat Knechtle, svizzero, che è riuscito
a stare in un tempo complessivo di 129 ore, 33 minuti e 16 secondi. Alle sue spalle il
croato Roberto Setnik, quindi il grandioso Tony Fisher, inglese di 62 anni, il francese
Francis Toujouse, lo spagnolo Raimon Martinez e il norvegese Thomas Brager Olsen.
Altri atleti hanno ottenuto dei record all’interno dell’evento italiano: Thea Henriksen
ha conquistato per la prima volta 11 Ironman consecutivi, battendo il primato femminile
già esistente. Daniel Meier è stato il primo svizzero a chiudere 21 Ironman consecutivi,
Kamil Suran ha affrontato e vinto i 20 consecutivi mentre Tony Reed ne ha conclusi pur
sempre venti, ma non consecutivi.

CLASSIFICA FINALE:

Bib Surname Name Gender Naz
14 ROKOB JOZSEF M HUN
1 SZONYI FERENC M HUN
2 SUNDIN GREGER M SWE
19 HARVEY STEVEN M UK
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP
9 KURTZ WAYNE M USA
13 AZUAJE JAIME M USA
7 SORRENTINO ANGELO M ITA

 

30° IRONMAN 

Bib Surname Name Gender Naz DAY 30 TOT
2 SUNDIN GREGER M SWE 12:26:07 379:24:54
14 ROKOB JOZSEF M HUN 12:57:12 356:33:17
1 SZONYI FERENC M HUN 13:08:04 358:35:58
16 SURAN KAMIL M CZE 13:35:10
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 14:00:28 399:41:24
19 HARVEY STEVEN M UK 14:16:51 385:15:49
17 SCHULTZ CHUCK M USA 14:33:11
13 AZUAJE JAIME M USA 15:00:17 472:10:47
9 KURTZ WAYNE M USA 15:55:18 453:07:48
4 CATALANO VINCENZO M ITA 17:02:32
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 17:58:20 500:59:43
12 REED TONY M CAN 19:09:30

29° IRONMAN

Bib Surname Name Gender Naz DAY 29
14 ROKOB JOZSEF M HUN 12:50:42
1 SZONYI FERENC M HUN 12:15:40
2 SUNDIN GREGER M SWE 14:12:35
19 HARVEY STEVEN M UK 14:46:40
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 12:12:56
9 KURTZ WAYNE M USA 15:46:34
13 AZUAJE JAIME M USA 16:04:36
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 17:32:43
12 REED TONY M CAN 19:22:20
16 SURAN KAMIL M CZE 15:54:36
17 SCHULTZ CHUCK M USA 15:05:34

28° IRONMAN

Bib Surname Name Gender Naz DAY 28 TOT
14 ROKOB JOZSEF M HUN 12:57:21 330:45:23
1 SZONYI FERENC M HUN 13:10:29 333:12:14
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:49:05 373:28:00
19 HARVEY STEVEN M UK 14:25:42 356:12:18
2 SUNDIN GREGER M SWE 14:36:47 352:46:12
17 SCHULTZ CHUCK M USA 15:08:38
16 SURAN KAMIL M CZE 15:30:34
13 AZUAJE JAIME M USA 15:52:38 441:05:54
9 KURTZ WAYNE M USA 17:06:15 421:25:56
12 REED TONY M CAN 17:42:39
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 18:24:19 465:28:40

27° IRONMAN

Record for Lopez in the swin: 3,8 km in 55’11”.

 

Bib Surname Name Gender Naz DAY 27 TOT
14 ROKOB JOZSEF M HUN 12:01:48 317:48:02
1 SZONYI FERENC M HUN 12:18:13 320:01:45
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 12:18:13 359:38:55
2 SUNDIN GREGER M SWE 12:46:22 338:09:25
17 SCHULTZ CHUCK M USA 13:42:52
19 HARVEY STEVEN M UK 13:45:26 341:46:36
16 SURAN KAMIL M CZE 14:17:45
9 KURTZ WAYNE M USA 14:34:01 404:19:41
13 AZUAJE JAIME M USA 15:16:56 425:13:16
12 REED TONY M CAN 17:19:52
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 17:40:22 447:04:21

1115546419.JPG

Così mentre Lopez vince la sua ennesima sessione di nuoto gli altri combattono con il freddo ed anche con le imbragature che si stanno inventando in questi giorni e che se da un lato riescono a tenerli al caldo, dall’altro gli impediscono i movimenti. Per esempio Steve Harvey stamattina, partito più lentamente rispetto agli altri atleti nella sua corsia, si è tolto i guanti in neoprene dopo due sole vasche e ha preferito nuotare senza. Solo una volta uscito dall’acqua però ci si è resi conto del perchè della sua lentezza. Suo papà Mike gli aveva chiuso ermeticamente con il nastro americano caviglie e piedi, con i calzini, sempre in neoprene, ma probabilmente l’acqua è riuscita a penetrare nella muta e gli ha gonfiato le gambe, aumentando il peso che l’inglese si è portato dietro per ben 76 vasche.

 

26° IRONMAN

Robokob chiude la maratona in 3 ore e 43 minuti!!

Aggressivo. E’ questo l’aggettivo che può meglio descrivere il Robokob di oggi. Quello che in questo momento con le gambe sotto il tavolo si sta godendo la sua cena con la tradizionale birra della sera. L’ungherese oggi non ha solo vinto, ha letteralmente trionfato stracciando tutti gli altri, tanto è vero che in questo momento al traguardo c’è solo lui. Il suo tempo di oggi è di 11h.21′.16″.

3811866800.jpg

Gli otto assi del tripledecaironman Italy 2013 sono ancora in gioco e nessuno mollerà in questi ultimi cinque giorni perchè finalmente, dopo tanta fatica, la meta è vicina. Cinque giorni vogliono dire 120 ore, ma per arrivare a queste ultime ore bisogna prim finire questa giornata che a parte Rokob, non sembra facile per nessuno. A cominciare da Ferenc Szonyi, the race machine – come lo chiamano nel settore Ironman – che oggi per la prima volta appare un po’ stanco tanto è vero che quando durante la maratona ha smesso di correre e ha camminato per due giri la notizia ha fatto il giro fra tutti i presenti lasciando attoniti e sbalorditi. Mai prima d’ora l’ungherese aveva camminato durante la sessione della corsa.

25° IRONMAN

Intervista ad Angelo Sorrentino nel 25° giorno del Triplodecaironman Italy 2013. Il racconto dalla sua viva voce della sua avventura, durante la maratona.

24° IRONMAN

Bib Surname Name Gender Naz DAY 24 TOT
2 SUNDIN GREGER M SWE 11:12:57 299:44:24
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:23:29 282:35:22
1 SZONYI FERENC M HUN 11:29:40 283:07:16
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 12:48:43 320:40:32
19 HARVEY STEVEN M UK 12:58:52 301:24:23
9 KURTZ WAYNE M USA 14:01:55 360:18:50
13 AZUAJE JAIME M USA 14:58:17 379:31:40
16 SURAN KAMIL M CZE 14:12:11
12 REED TONY M CAN 14:31:27
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 17:44:18 376:24:59

 23° IRONMAN

Bib Surname Name Gender Naz DAY 23 TOT
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:17:39 271:11:53
1 SZONYI FERENC M HUN 11:40:12 271:37:36
2 SUNDIN GREGER M SWE 13:08:34 288:31:27
19 HARVEY STEVEN M UK 13:20:11 288:25:31
6 BLANTON CHET M USA 13:27:07
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:47:35 307:51:49
12 REED TONY M CAN 15:32:00
13 AZUAJE JAIME M USA 15:55:02 364:33:23
9 KURTZ WAYNE M USA 15:55:06 346:16:55
16 SURAN KAMIL M CZE 16:07:18
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 17:12:37 376:24:59

 22° IRONMAN

Bib Surname Name Gender Naz DAY 22
49 Markovic Matej M SLO 10:55:27
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:17:04
1 SZONYI FERENC M HUN 11:26:26
45 MARECHAL GHISLAIN M FRA 11:45:47
2 SUNDIN GREGER M SWE 11:47:55
50 DELAHYE THIERRY M FRA 11:48:29
19 HARVEY STEVEN M UK 12:16:39
46 KNETCHLE BEAT M SWI 12:19:45
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 12:53:30
43 FISHER TONY M UK 13:07:46
41 PETERSEN MOGEN STEEN M DEN 13:53:47
35 SETNIK ROBERTO M CRO 14:03:49
16 SURAN KAMIL M CZE 14:09:21
39 PEDERSEN JOHNNY MUNK M DEN 14:22:26
42 TOUJOUSE FRANCIS M FRA 14:42:50
38 KOLBOVA SARKA F CZE 14:44:09
9 KURTZ WAYNE M USA 15:02:37
34 LOVBORG CHRISTOFFER M DEN 15:21:32
12 REED TONY M CAN 15:26:05
40 BRAGER OLSEN THOMAS M NOR 15:27:19
13 AZUAJE JAIME M USA 15:32:34
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:23:26

 21° IRONMAN

Bib Surname Name Gender Naz DAY 21
29 Markovic Matej M SLO 10:32:52
14 ROKOB JOZSEF M HUN 10:57:03
1 SZONYI FERENC M HUN 11:14:25
50 Delahye Thierry M FRA 11:20:11
19 HARVEY STEVEN M UK 11:48:31
2 SUNDIN GREGER M SWE 11:48:31
46 Knechtle Beat M SWI 11:52:30
45 Marèchal Ghislain M FRA 11:57:02
37 Velazquez Jaba Diego M ESP 12:21:06
43 Fisher Tony M UK 12:27:57
28 Pedersen Johnny Munk M DEN 12:39:05
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 12:46:37
44 Martinez Aliaga Raimon M ESP 12:50:46
41 Petersen Mogen Steen M DEN 12:52:58
36 Setnik Roberto M CRO 13:12:15
42 Toujouse Francis M FRA 13:20:04
34 Lovborg Christoffer M DEN 13:27:45
6 BLANTON CHET M USA 13:29:12
16 SURAN KAMIL M CZE 13:34:18
40 Brager Olsen Thomas M NOR 13:39:43
12 REED TONY M CAN 13:41:00
38 Kolbova Sarka F CZE 13:58:00
9 KURTZ WAYNE M USA 14:26:36
22 MEIER DANIEL M SUI 14:30:17
48 Hatrick Glenn M UK 14:37:28
18 CORTES LLORENC M ESP 15:02:00
13 AZUAJE JAIME M USA 15:05:15
33 Holton Leslie F USA 15:58:51
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:25:52
4 CATALANO VINCENZO M ITA 16:25:52
47 Saint Aubert Olivier M FRA 16:38:29

 20° IRONMAN

Bib Surname Name Gender Naz Day 20
2 SUNDIN GREGER M SWE 10:48:42
14 ROKOB JOZSEF M HUN 10:56:21
1 SZONYI FERENC M HUN 11:11:44
19 HARVEY STEVEN M UK 11:29:09
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 12:09:46
16 SURAN KAMIL M CZE 12:39:53
9 KURTZ WAYNE M USA 14:01:01
22 MEIER DANIEL M SUI 14:22:52
13 AZUAJE JAIME M USA 14:46:24
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:47:50
4 CATALANO VINCENZO M ITA 16:52:08

 19° IRONMAN

Bib Surname Name Gender Naz DAY 19
14 ROKOB JOZSEF M HUN 10:57:12
1 SZONYI FERENC M HUN 11:30:43
2 SUNDIN GREGER M SWE 11:35:45
19 HARVEY STEVEN M UK 11:35:49
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 12:06:17
16 SURAN KAMIL M CZE 13:10:11
6 BLANTON CHET M USA 13:47:35
22 MEIER DANIEL M SUI 14:11:04
9 KURTZ WAYNE M USA 15:09:48
13 AZUAJE JAIME M USA 15:09:49
11 PRICE JOHN M USA 15:43:37
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 17:13:14
4 CATALANO VINCENZO M ITA 19:04:46

 18° IRONMAN

ROKOB JOZSEF sotto le 11 ore, chiude a 10.50.48 e  lancia il suo attacco a SZONYI FERENC avanti di soli 66 minuti.

Bib Surname Name Gender Naz DAY 18 TOT
1 SZONYI FERENC M HUN 11.39.18 214.34.06
14 ROKOB JOZSEF M HUN 10.50.48 215.46.34
19 HARVEY STEVEN M UK 12.18.43 227.55.12
2 SUNDIN GREGER M SWE 11.18.34 229.22.00
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13.06.38 244.08.04
22 MEIER DANIEL M SUI 14.03.39 249.11.39
9 KURTZ WAYNE M USA 14.42.19 271.41.47
13 AZUAJE JAIME M USA 15.20.27 288.04.19
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16.03.28 292.22.

 17° IRONMAN

Anche oggi in 4 sotto le undici ore, incredibile, dopo 17 ironman fanno ancora prestazioni impossibili!!!

SZONYI FERENC in testa chiude il suo con 11.41.20

2637429152.JPG

 Nella foto qui sopra Sorrentino

3608637561.JPG

  Nella foto qui sopra Szonyi

Surname Name Gender Naz DAY 17 TOT
SZONYI FERENC M HUN 11.41.20 202.54.48
ROKOB JOZSEF M HUN 11.37.54 204.55.46
HARVEY STEVEN M UK 11.39.15 215.36.29
SUNDIN GREGER M SWE 11.45.37 218.03.26
LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13.49.52 231.01.26
MEIER DANIEL M SUI 15.33.03 235.08.00
KURTZ WAYNE M USA 14.44.26 256.59.28
SORRENTINO ANGELO M ITA 17.38.41 276.18.32
AZUAJE JAIME M USA 15.04.20 272.43.52

 

 16° IRONMAN – Lunedi 23 Settembre

SZONYI FERENC in testa chiude il suo con 11.21.18

 

Bib Surname Name Gender Country DAY 15 DAY 16 TOT
1 SZONYI FERENC M HUN 12.08.16 11.21.18 191.13.28
14 ROKOB JOZSEF M HUN 12.12.12 11.33.03 192.55.52
19 HARVEY STEVEN M UK 11.53.25 12.43.08 203.57.14
2 SUNDIN GREGER M SWE 12.47.55 11.10.19 206.17.49
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13.31.16 14.18.33 217.11.34
22 MEIER DANIEL M SUI 14.10.27 13.30.12 219.34.57
9 KURTZ WAYNE M USA 14.40.30 14.09.29 242.15.20
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16.49.57 16.18.39 258.39.51
13 AZUAJE JAIME M USA 15.24.11 15.09.45 257.39.32

 

15° IRONMAN – domenica 22 Settembre

Un solo Italiano in gara, Sorrentino Angelo, Szonyi Ferenc Primo ma non di molto su Rokob Jozsef, entrambi ungheresi Terzo l’inglese Harvey Steven.

Six athletes have already cut the finish line this evening of the fifteenth day of thisworld record 2013 Ironman. Of the nine athletes, six have ended before 10 pm, the others are running their marathon and close later.  Kamil Suran and Wayne Kurtz have 4 laps to the end and Jaime Azuaje 11,yet.

Sei atleti hanno già tagliato la linea del traguardo stasera, in questo quindicesimo giorno di record del mondo 2013. Dei nove atleti ancora in gara sei hanno chiuso prima delle 10 di sera, mentre gli altri stanno ancora correndo la loro maratona. AKamil Suran and Wayne Kurtz mancano ancora 4 giri mentre a Jaime Azuaje, 11

Classifica:

Bib Surname Name Country Day 14 Day 15 After Day 15
1 SZONYI FERENC M HUN 11.24.08 12.08.16 179.52.10
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11.25.21 12.12.12 181.22.49
19 HARVEY STEVEN M UK 12.00.14 11.53.25 191.14.06
2 SUNDIN GREGER M SWE 11.07.52 12.47.55 195.07.30
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13.39.27 13.31.16 202.53.01
22 MEIER DANIEL M SUI 13.48.38 14.10.27 206.04.45
9 KURTZ WAYNE M USA 13.35.05 213.25.03
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16.35.51 225.31.15
13 AZUAJE JAIME M USA 14.48.14 227.05.36

14° IRONMAN

Pett Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 14
2 SUNDIN GREGER M SWE 11:07:52
1 SZONYI FERENC M HUN 11:24:08
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:25:21
19 HARVEY STEVEN M UK 12:00:14
16 SURAN KAMIL M CZE 12:13:17
9 KURTZ WAYNE M USA 13:35:05
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:39:27
22 MEIER DANIEL M SWI 13:48:38
13 AZUAJE JAIME M USA 14:48:14
11 PRICE JOHN M USA 15:31:10
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:35:51
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 17:09:06
4 CATALANO VINCENZO M ITA 17:53:12

13° IRONMAN

Pett Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 13
2 SUNDIN GREGER M SWE 11:16:06
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:25:58
1 SZONYI FERENC M HUN 11:34:09
19 HARVEY STEVEN M UK 11:45:09
16 SURAN KAMIL M CZE 11:52:42
22 MEIER DANIEL M SWI 12:58:53
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:07:47
9 KURTZ WAYNE M USA 13:18:28
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 14:02:46
13 AZUAJE JAIME M USA 14:48:39
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:02:35
4 CATALANO VINCENZO M ITA 17:40:02

12° IRONMAN

Pett Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 12
2 SUNDIN GREGER M SWE 11:13:06
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:37:06
1 SZONYI FERENC M HUN 11:43:23
19 HARVEY STEVEN M UK 12:11:38
16 SURAN KAMIL M CZE 12:20:15
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 12:37:29
22 MEIER DANIEL M SWI 13:00:36
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:28:58
9 KURTZ WAYNE M USA 13:46:28
13 AZUAJE JAIME M USA 14:44:59
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 15:31:37
17 SCHULTZ CHUCK M USA 16:12:04
4 CATALANO VINCENZO M ITA 16:15:26

11° IRONMAN

Pett Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 11
2 SUNDIN GREGER M SWE 11:17:51
1 SZONYI FERENC M HUN 11:31:51
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:51:03
16 SURAN KAMIL M CZE 12:32:20
19 HARVEY STEVEN M UK 12:49:43
6 BLANTON CHET M USA 12:49:43
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 13:00:18
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:16:21
22 MEIER DANIEL M SWI 13:22:09
17 SCHULTZ CHUCK M USA 14:00:58
9 KURTZ WAYNE M USA 14:32:10
13 AZUAJE JAIME M USA 15:51:11
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:17:51
12 REED TONY M CAN 18:53:05

10° IRONMAN

Pettorale Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 10
2 SUNDIN GREGER M SWE 11:10:05
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:35:21
1 SZONYI FERENC M HUN 11:55:54
19 HARVEY STEVEN M UK 12:17:27
22 MEIER DANIEL M SWI 13:17:49
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:21:48
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 13:26:17
9 KURTZ WAYNE M USA 14:47:42
13 AZUAJE JAIME M USA 15:21:20
18 CORTES LLORENC M ESP 16:20:58
11 PRICE JOHN M USA 16:36:16
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:37:58
12 REED TONY M CAN 18:30:44
4 CATALANO VINCENZO M ITA DNF

9° IRONMAN

Pett Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 9
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:35:52
1 SZONYI FERENC M HUN 11:38:52
19 HARVEY STEVEN M UK 12:10:31
2 SUNDIN GREGER M SWE 12:10:31
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:26:37
22 MEIER DANIEL M SWI 13:35:29
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 13:52:35
6 BLANTON CHET M USA 14:02:29
18 CORTES LLORENC M ESP 14:55:44
9 KURTZ WAYNE M USA 14:56:29
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:14:23
12 REED TONY M CAN 18:44:15
13 AZUAJE JAIME M USA 17:00:25

8° IRONMAN

Pettorale Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 8
14 ROKOB JOZSEF M HUN 12:01:36
19 HARVEY STEVEN M UK 12:12:40
2 SUNDIN GREGER M SWE 12:12:40
1 SZONYI FERENC M HUN 12:20:39
22 MEIER DANIEL M SWI 12:27:23
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 13:49:33
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 14:16:49
9 KURTZ WAYNE M USA 15:27:36
12 REED TONY M CAN 16:41:00
13 AZUAJE JAIME M USA 16:41:05
51 MEIXNER ALEXANDRA F AUT 16:49:15
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:53:03

7° IRONMAN

Pettorale Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 7
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:46:07
1 SZONYI FERENC M HUN 11:54:55
19 HARVEY STEVEN M UK 12:24:41
22 MEIER DANIEL M SWI 12:37:25
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:12:18
2 SUNDIN GREGER M SWE 13:41:24
51 MEIXNER ALEXANDRA F AUT 14:48:47
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 14:57:09
9 KURTZ WAYNE M USA 15:53:02
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:46:50
6 BLANTON CHET M USA 16:52:07
13 AZUAJE JAIME M USA 17:27:08
10 LEHMAN ROGER M USA 17:42:54
12 REED TONY M CAN 17:42:58
4 CATALANO VINCENZO M ITA 22:32:17

6° IRONMAN

Pettorale Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 6
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:58:00
1 SZONYI FERENC M HUN 12:09:04
19 HARVEY STEVEN M UK 12:25:17
6 BLANTON CHET M USA 13:13:51
22 MEIER DANIEL M SWI 14:14:09
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 14:19:24
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 14:35:55
2 SUNDIN GREGER M SWE 14:43:36
51 MEIXNER ALEXANDRA F AUT 14:53:05
9 KURTZ WAYNE M USA 15:07:25
11 PRICE JOHN M USA 15:41:38
10 LEHMAN ROGER M USA 15:49:35
12 REED TONY M CAN 15:57:57
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 16:18:14
13 AZUAJE JAIME M USA 17:31:45

5° IRONMAN

Pettorale Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 5
14 ROKOB JOZSEF M HUN 12:02:30
1 SZONYI FERENC M HUN 12:15:47
19 HARVEY STEVEN M UK 13:19:55
22 MEIER DANIEL M SWI 13:50:40
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:57:38
17 SCHULTZ CHUCK M USA 15:31:11
2 SUNDIN GREGER M SWE 15:56:45
10 LEHMAN ROGER M USA 16:07:26
12 REED TONY M CAN 16:13:14
9 KURTZ WAYNE M USA 16:27:12
51 MEIXNER ALEXANDRA F AUT 16:34:00
13 AZUAJE JAIME M USA 17:01:28
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 17:07:47
4 CATALANO VINCENZO M ITA 21:28:47

 

4° IRONMAN

Pettorale Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 4
1 SZONYI FERENC M HUN 12:24:36
19 HARVEY STEVEN M UK 13:51:38
14 ROKOB JOZSEF M HUN 14:02:36
16 SURAN KAMIL M CZE 14:09:47
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 14:19:54
17 SCHULTZ CHUCK M USA 14:24:21
2 SUNDIN GREGER M SWE 14:49:22
51 MEIXNER ALEXANDRA F AUT 15:02:59
22 MEIER DANIEL M SWI 15:04:03
6 BLANTON CHET M USA 15:14:53
12 REED TONY M CAN 15:25:57
10 LEHMAN ROGER M USA 15:42:31
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 15:55:46
21 ALESSI GIORGIO M ITA 15:58:49
9 KURTZ WAYNE M USA 16:22:59
13 AZUAJE JAIME M USA 17:15:07
4 CATALANO VINCENZO M ITA 20:31:35

3° IRONMAN – Martedi 10 Settembre

La classifica di oggi, vede Kamil al primo posto con 12 ore 19 ‘ 52” , contro 13 12 ’42” fatto da Szonyi. Al terzo posto Lopez che ora più che mai è partito con un deciso di attaccare e ci è riuscito, infatti ha fatto ciclismo e corsa veloce con un ritmo regolare ed ha chiuso a 13 27 ’12 “.

Pettorale Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 3
16 SURAN KAMIL M CZE 12:19:52
1 SZONYI FERENC M HUN 12:22:42
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:27:12
14 ROKOB JOZSEF M HUN 13:34:42
17 SCHULTZ CHUCK M USA 13:35:40
22 MEIER DANIEL M SWI 14:32:13
10 LEHMAN ROGER M USA 14:53:25
2 SUNDIN GREGER M SWE 15:13:52
19 HARVEY STEVEN M UK 15:26:18
21 ALESSI GIORGIO M ITA 15:41:10
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 15:44:16
12 REED TONY M CAN 15:58:26
13 AZUAJE JAIME M USA 16:17:51
9 KURTZ WAYNE M USA 17:36:53
4 CATALANO VINCENZO M ITA 20:45:17
18 CORTES LLORENC M ESP 20:57:27

 

2° IRONMAN – Lunedi 9 Settembre

Kamil Greisen, chiuso la giornata del suo secondo IM in 11 ore 46′ 40″.

Alle sue spalle sta risalendo in classifica Ferenc Szony che ugualmente ha disputato molto bene l’ultimo tratto cronometrato, riuscendo ad ottenere un ottimo 12ore 01’12” e terzo e Jozsef Rokob con 12 ore 31′ 55″

Colpa il caldo si contano i primi ritiri: il mexicano Hildeberto Villa, l’americano John Price e la danese Thea Storm Henriksen, ma per lei forse solo una sosta.

 

Pettorale Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 2
16 SURAN KAMIL M CZE 11:46:40
1 SZONYI FERENC M HUN 12:01:12
14 ROKOB JOZSEF M HUN 12:31:55
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 13:14:40
19 HARVEY STEVEN M UK 14:25:37
2 SUNDIN GREGER M SWE 14:43:08
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 15:08:39
22 MEIER DANIEL M SWI 15:09:49
10 LEHMAN ROGER M USA 15:10:03
12 REED TONY M CAN 15:28:45
21 ALESSI GIORGIO M ITA 15:37:33
3 GREISEN KIM M DEN 15:37:34
51 MEIXNER ALEXANDRA F AUT 15:52:41
9 KURTZ WAYNE M USA 16:41:12
13 AZUAJE JAIME M USA 16:47:41
17 SCHULTZ CHUCK M USA 17:04:32
18 CORTES LLORENC M ESP 17:37:21
5 LENDARO ROBERTO M ITA 17:50:26
6 BLANTON CHET M USA 19:58:55
4 CATALANO VINCENZO M ITA 20:28:15

1° IRONMAN – Domenica 8 Settembre

Il primo ironman è archiviato, ora ne mancano solo 29 …

Kamil Greisen, Danese, ha chiuso la giornata in 11 ore 25′ 48″, vincendo su Rokob, secondo – velocissimo a piedi – con 11 ore, 42 minuti e 30. Terza posizione sul podio del primo giorno per Steven Harvey, 36 anni, britannico di Plymouth, ottimo nuotatore, un pochino più lento nella corsa a piedi. Lopez, lo spagnolo di Maiorca grazie alla splendida prestazione nel nuoto ha ottenuto la quarta posizione davanti a Ferenc Szonyi: l’ungherese ieri era quasi in forse al momento del via per una gastrite fortissima ed invece ha recuperato bene, anche lui stringendo i denti e riuscendo a contenere i distacchi.

DSC01420.JPG

Una prima giornata densa di emozioni e di storie da raccontare, la prima del tentativo di record mondiale di Ironman, 30 consecutivi in 30 giorni. Fin da subito. Il cielo nuvoloso della mattina ha lasciato spazio ad una forte umidità fino a quando intorno alle 11 sono cominciate a cadere le prime gocce di pioggia e questo ha rappresentato un problema non da poco per gli atleti che in quel momento stavano effettuando il giro dei 180 km in bicicletta.

Molto bene entrambe le donne presenti in gara. Thea Henriksen, Danimarca, ha nuotato molto bene ieri mattina e ha recuperato tranquillamente nella bici un po’ di distacco scendendo al Parco a correre a piedi intorno alle 17,30. Un pochino più lunga è arrivata Alexandra Meixner, Austria, 42 anni, che in realtà sta effettuando il deca ma non potendo usufruire delle ferie a fine mese è venuta a correre con gli atleti del triplo deca e poi concluderà fra dieci giorni il suo tentativo.

Qualche curiosità sulle classifiche. Il migliore nel nuoto ieri, ovviamente, è stato Josè Manuel Lopez che ha effettuato in circa 56 minuti le 76 vasche da 50 metri uscendo prima di tutti gli altri dalla piscina e partendo quindi per primo nel tratto in bicicletta. Qui però il migliore è stato, nonostante la devastante caduta, Kim Greisen che ha girato sempre con i tempi migliori, anche nelle ultime due tornate, dopo essere caduto rovinosamente. Greisen ha terminato la bici in poco più di cinque ore e alle sue spalle è arrivato Steven Harvey, staccato di poco più di 10 minuti. Nella corsa a piedi invece non c’è modo di battere il

Oltre lo sport ed oltre ogni umano pensiero… Domenica 8 Settembre 2013, Roberto Lendaro, friulano di Tarcento (classe 1960), dopo il DOPPIO DECA WORLD CHALLENGE 2010 (distanze sommate di 20 ironman, quindi 76 km a nuoto, 3600 km in bici einfine 844 km), tenutasi a Monterrey in Mexico nel 2010 e finito SETTIMO con 653:01:42, ora si appresta a iniziare l’avventura del TRIPLO DECA (30 ironman fatti in 30 giorni, un ironman al giorno, quindi un totale di 108 km a nuoto, 5400 km in bici e infine 1269 km di corsa), il tutto con un tempo massimo di 30 giorni e si svolgerà in Italia a Parco La Quiete in Lonato (Brescia).

ss.jpg

Seguiremo la sua avventura su sportFX.it giorno per giorno.

4 gli Italiani al via ed una sola donna, la Danese Henriksen.
Ecco la lista dei partenti per i 30 Ironman in 30 giorni.

STARTING LIST:

    1. Ferenc Szonyi (Hungary)
    2. Greger Sundin (Sweden)
    3. Kim Greisen (Denmark)
    4. Vincenzo Catalano (Italy)
    5. Roberto Lendaro (Italy)
    6. Chet Blanton (USA)
    7. Angelo Sorrentino (Italy)
    8. Josè Manuel Lopez (Spain)
    9. Wayne Kurtz (USA)
    10. Roger Lehman (USA)
    11. John Price (USA)
    12. Tony Reed (Canada)
    13. Jamie Azuaje (USA)
    14. Jozsef Rokob (Hungary)
    15. Hildeberto Villa (Mexico)
    16. Kamil Suran (Czech Republic)
    17. Chuck Schultz (USA)
    18. Llorenc Granado Cortes (Spain)
    19. Steven Harvey (UK)
    20. Giorgio Alessi  (Italy)
    21. Thea Storm Henriksen (female) (Denmark)

Forum argomento: cliccare qui

La sua avventura durante della gara massacrante del DOPPIO DECA WORLD CHALLENGE 2010  (fonte):

Ironman è il nome con cui comunemente – e in maniera forse più leggendaria – si 
chiama il “triathlon super lungo”, composto da 3800 metri da percorrere a nuoto, 180
km in bicicletta e 42,195 km (la distanza di una maratona) a piedi.
 
Uno sport multidsciplinare individuale che si articola su tre prove e riconosce un vincitore in colui, o colei, che affronta le tre discipline nel minor tempo. Da alcuni anni è anche una specialità olimpica seppure con distanze più contenute (1500 m a nuoto, 40 km in bici e 10 km di corsa). Chi affronta l’Ironman cerca non solo una sfida con se stesso ma anche un maggior controllo della sua mente e del suo corpo, trovata attraverso la resistenza alla fatica e alla sopportazione del dolore.
Se tutti conoscono l’Ironman, forse, però, non tutti sanno che esiste il deca Ironman, e cioè tutto quanto sopra, moltiplicato per dieci, e infine anche il Double deca
Ironman, il tutto moltiplicato dunque, per venti. Tirando le somme fa un totale di: 76 km a nuoto, 3600 km in bici e infine 844 km di corsa, il tutto in un tempo massimo imposto di 28 giorni.
 
Il nuoto si svolge in una piscina da 50 metri, la bici all’interno di un circuito di 1.915 metri e la corsa in un pista di 1.886 metri.
Sono partiti in 15, a novembre, destinazione Monterrey in Mexico per disputare il Double Deca World Challenge 2010 e fra questi due italiani. Attualmente in gara ci sono ancora 8 atleti che stanno concludendo la corsa a piedi. Per la verità tre di loro l’hanno già conclusa e il vincitore di questa edizione è l’ ungherese, Ferenc Szonyi con un tempo complessivo di 481h.54′.10”. Il primo degli italiani è Roberto Lendaro, sesto in questo momento, mentre sta completando i 450 chilometri di corsa sugli 844 previsti.
 
Roberto è nato a Tarcento (Ud) , classe 1960 e alle sue spalle ha un palmares invidiabile.
Al traguardo dell’Ironman nel 2007 e nel 2008, nono assoluto nell’Ultraman del Canada, sempre nel 2008 e decimo assoluto nel 2009 per il Deca Ironman World Challenge.
 
Manager e consulente per Poltrona Frau, Roberto si è scoperto questa passione pochissimo tempo fa. “In realtà Roberto – dicono di lui gli amici – non è mai stato uno sportivo tradizionale, non ha mai praticato sport con continuità”. Un giorno però, si è accorto che viaggiando tanto per lavoro, mangiando spesso al ristorante stava
mettendo su qualche chilo di troppo e di conseguenza ha cominciato ad avere problemi alla schiena – ben tre ernie.
“Per curarli si è dato al nuoto, uno dei suoi sport preferiti”. Fondista in piscina, abituato all’idea delle vasche continue, Roberto si è costruito fisico e soprattutto fiato e ha pensato “perchè non accoppiare al nuoto anche qualche altro sport?”. Ed ecco com’è nata l’idea di praticare il Triathlon. Da qui all’Ironman il passo è breve e il sostegno degli amici, oltre che la sua testa dura, l’hanno aiutato e convinto ad andare avanti su questa strada.
 
Il Deca lo scorso anno affrontato quasi senza fatica è stato l’ultimo tassello per arrivare alla decisione di disputare il “double deca”.
 
Quando viaggia Lendaro sceglie sempre e solo alberghi con palestra: “ mi sveglio alle 6, due ore di corsa fino alle 8, poi mi concentro sul lavoro e quando rientro in albergo altre due ore di palestra, dalle 20 alle 22”.
Questa sfida è un vero e proprio test di resistenza umana, e non solo. 
 
Il nuota. “I primi dieci giorni passati in piscina sono stati terribili – dicono i suoi amici che lo
hanno seguito in Messico. – Il cloro gli ha rovinato pelle, mucose del naso ed occhi e
poi la fatica è stata immensa. Dei 76 chilometri da fare Roberto ha voluto, il primo
giorno, eliminarne il 50 % e ce l’ha fatta, ma a un prezzo troppo caro”. I forti dolori
alle braccia gli hanno tolto il sonno per tre notti e in questo modo ha rallentato un
pochino nella seconda parte: la sua media comunque è stata di 12 ore di nuoto al
giorno.
 
Poi è arrivata la bici e qui il ritmo è cambiato; stare in sella per 14 ore porta
ovviamente a piaghe e dolori terribili – “è praticamente la lunghezza del Tour de
France solo che in questo caso lo si deve fare in 9 giorni al posto di 20, senza giornate
di riposo” dice Roberto.
 
E infine la corsa, che Roberto sta affrontando adesso, all’interno di un circuito anche
in questo caso con una media di circa 75/80 chilometri al giorno.
“La mia giornata tipo inizia con la sveglia intorno alle 7,30, colazione leggera a base di
fibre, e poi quasi un’ora di preparazione con medicazioni e protezioni alle vesciche e
alla muscolatura. Alle 9,30 si comincia a correre e si va avanti fino a circa le 24, a
volte l’una di notte”.
 
Guardarlo correre – raccontano gli amici che si danno il turno accanto a lui per
sostenerlo mentre corre – è una sofferenza per noi. Ci siamo ritrovati spesso a dirgli
“ma chi te lo fa fare?” e poi a notte fonda, quando si ferma ce lo spiega, con calma.
“Voglio arrivare al totale controllo del mio corpo e della mia mente” ci risponde e noi
non abbiamo più il coraggio di replicare.
 
Dominare il dolore e la fatica è una delle prerogative dell’Ironman e di tutti i
challenge ad esso collegati e sicuramente questi atleti – che scelgono di misurarsi in
uno sforzo simile – cercano dentro di loro una forza e un autocontrollo che si
porteranno dietro per tutta la vita.
 
DOUBLE DECA WORLD CHALLENGE 2010

Num Name City Group Laps Distance Completed Time Last Lap Place
1 Ferenc Szonyi Hungary Male – Finished 481:54:10 0:14:17 1
3 Uwe Schiwon Germany Male – Finished 491:26:02 0:18:04 2
4 Greger Sundin Sweden Male – Finished 497:56:41 0:14:30 3
2 Kim Greisen Denmark Male – Finished 512:09:28 0:14:16 4
6 Carlos Ochoa Domingo Spain Male – Finished 653:01:42 0:27:53 5
7 Roberto Lendaro Italy Male – Finished 653:01:42 11:15:55 5
 
 —————–
 
Vincenzo Catalano e’ l’unico atleta al mondo ad aver partecipato a due deca ironman in un solo anno ed ora e’ partito per la gara di endurance piu’ dura del mondo, il triplo deca che si stà disputando al Parco La Quiete in Lonato (Brescia) organizzato appunto da Vincenzo Catalano.

Servizio di Rai 2.

Vincenzo Catalano racconta il suo quinto Deca Ironman del 2009: “Ne ho completati 8 in maniera regolare – ci racconta Catalano -. In due mi sono fermato causa dolore a un piede (microfratture da stress) a metà km di bicicletta. Ho ripartito le distanze rimanenti nel corso delle giornate che mancavano al termine. Tutti i giorni,dunque, percorrevo 20 km in piu’ in bici e almeno 10 di corsa. Una rincorsa continua, psicologicamente provante dato che per lunghi tratti della notte correvo da solo. Gli ultimi 4 giorni non ho praticamente dormito: solo 45 min prima di ributtarmi in acqua, tanto erano dilatati e allungati i tempi di percorrenza delle distanze e quelli di recupero. Ne è venuto fuori il 5° decaironman della mia carriera sportiva, il più voluto, il più sofferto, il più bello.”
Sito Fitri: click here

fortissimo ungherese Jozsef Rokob, 35 anni di Gyor, che ha coperto i 42 chilometri in 3 ore e 50 minuti, un record davvero, considerato quello che aveva fatto prima.

Pettorale Cognome Nome Sesso Squadra GIORNO 1
16 SURAN KAMIL M CZE 11:25:48
14 ROKOB JOZSEF M HUN 11:42:30
19 HARVEY STEVEN M UK 11:59:53
8 LOPEZ JOSÈ MANUEL M ESP 12:12:52
1 SZONYI FERENC M HUN 12:26:42
2 SUNDIN GREGER M SWE 12:43:17
3 GREISEN KIM M DEN 13:04:35
20 HENRIKSEN THEA STORM F DEN 13:45:10
10 LEHMAN ROGER M USA 13:46:29
22 MEIER DANIEL M SWI 13:55:02
7 SORRENTINO ANGELO M ITA 14:16:25
17 SCHULTZ CHUCK M USA 14:16:52
9 KURTZ WAYNE M USA 14:52:22
12 REED TONY M CAN 15:06:43
21 ALESSI GIORGIO M ITA 15:06:43
51 MEIXNER ALEXANDRA F AUT 15:15:27
13 AZUAJE JAIME M USA 15:28:43
6 BLANTON CHET M USA 16:22:47
5 LENDARO ROBERTO M ITA 16:24:47
18 CORTES LLORENC M ESP 16:28:35
4 CATALANO VINCENZO M ITA 18:31:40
11 PRICE JOHN M USA 19:19:21